Imagem1

10 modi per essere più felici in ufficio

Come e quanto si riesce a essere felici al giorno d’oggi? Come si può costruire la propria felicità se si è

chiusi in ufficio dalle otto alle otto? Francesca Zampone, business coach e fondatrice con Marco Bonora

dell’Accademia della Felicità – società di coaching e formazione – risponde alle nostre domanda. Qui di

seguito trovate le 10 chiavi per riuscire a essere felici sul lavoro. E voi cosa ne pensate? Quali sono le chiavi per essere felici nel vostro lavoro?

  1. Fare qualcosa per gli altri

Aiutare i colleghi non è solo un bene per loro, ma è un bene anche per noi: ci fa stare bene e ci permette di

aggiungere il nostro mattone per la costruzione di un ambiente aziendale più felice. Ci sono molte altre cose

che possiamo dare: il nostro tempo, le nostre idee, i nostri consigli, il nostro entusiasmo.

  1. Connettersi con le persone

Le relazioni che abbiamo con i colleghi e i capi sono l’elemento più importante per la nostra felicità in

azienda. Le nostre relazioni con i colleghi di lavoro, ci danno un senso di appartenenza. Dedica più tempo

alle persone che per te contano in azienda.

 

  1. Prendersi cura del proprio corpo

Non serve per forza correre una maratona, ma ci sono delle piccole cose che possiamo fare ogni giorno per

essere più attivi e in salute: scendi dall’autobus una fermata prima, fai le scale e ogni tre ore distogliti dal

computer e fai una pausa mangiando cibi sani.

  1. Osservare il mondo intorno a noi

Nella tua routine lavorativa quotidiana ti è mai capitato di pensare che ci deve essere qualcosa di più nella

vita? Ebbene è proprio così. Dobbiamo solo fermarci un attimo per potercene accorgere. Nota e apprezza

ogni giorno le cose belle che ci sono attorno a te, grandi o piccole che siano (gli alberi andando al lavoro, il

sorriso del collega quando arrivi, il profumo del caffè, la fiducia in te che dimostra il tuo capo…).

  1. Continuare a imparare cose nuove

Questa è la chiave per stare bene: ci fa entrare in contatto con nuove idee e ci aiuta a rimanere curiosi ed

entusiasti. Ci dà anche un senso di realizzazione e di successo aiutandoci a incrementare la fiducia in noi

stessi. Prova a fare una cosa nuova, anche piccola: una nuova applicazione per il tuo telefono, una nuova

funzione su Excel…

  1. Avere degli obiettivi a cui tendere

È fondamentale per essere motivati, ma attenzione: devono essere abbastanza eccitanti da spingerci a

raggiungerli, ma anche raggiungibili. Pensa a qualcosa che vuoi raggiungere nel tuo lavoro entro l’anno e fai

almeno 4 cose (una alla settimana) per raggiungerla (fai quella telefonata, compila quel documento, iscriviti

a quel corso per acquisire quella competenza).

  1. Trovare nuovi modi per affrontare le difficoltà

È comune sperimentare momenti di stress o di fallimento nelle nostre carriere lavorative. Spesso non

possiamo scegliere ciò che ci succede, ma possiamo scegliere come reagire a ciò che succede e scoprire nuovi modi per stare in equilibrio.

  1. Avere un approccio positivo

È importante che, pur rimanendo realistici riguardo ai vari problemi, ci alleniamo a focalizzarci sulle cose

belle di ogni situazione. Cerca di sorridere e di dire qualcosa di positivo ogni volta che entri in ufficio.

  1. Stare bene con noi stessi

Continuare a pensare ai nostri difetti non fa altro che renderci la vita più difficile. Imparare ad accettarci e

ad essere meno severi con noi stessi quando le cose non vanno come avremmo voluto, aumenta il nostro

benessere. Guarda ai tuoi errori come a delle opportunità di crescita e celebra i tuoi successi, anche se

piccoli.

  1. Rendersi conto di far parte di qualcosa di più grande

Le persone che hanno dato un senso al proprio lavoro sono meno stressate o depresse. Ma come si fa? La

risposta può variare da soggetto a soggetto, ma si tratta sempre di essere coinvolti in qualcosa di più

grande, che va oltre noi stessi. Il significato può arrivare dal sentire che si sta facendo un lavoro che ha una

missione, che fa la differenza.